Chi sono e Mission

Chi sono e Mission

Istruzione Facile Divertente

Ciao! Sono Marina e ho creato IFD Child (Istruzione Facile Divertente Child) con un obbiettivo ben preciso, quello di aiutare i bambini a imparare in modo semplice e divertente.

Sono mamma di due bravi ragazzi che però sul loro cammino scolastico si sono trovati ad affrontare difficoltà. Per questo motivo e grazie alla scoperta della Tecnologia di Studio (la spiego sommariamente in un altro articolo) ho deciso di dedicare parte del mio tempo all’istruzione.

Mi sono iscritta all’università dopo aver compiuto quarant’anni e laureata qualche anno dopo con grande soddisfazione.

Ho dato un esame di pedagogia e ottenuto i massimi risultati. Ho studiato la vita e le opere di alcuni dei migliori pedagogisti italiani e internazionali.

Ho fatto un master sui Social Media e Marketing in America.

Da quasi quindici anni scrivo per le maggiori riviste di narrativa femminile italiane. In questi anni ho pubblicato oltre 1600 racconti. Sono anche giornalista pubblicista e ho collaborato con riviste e quotidiani a livello nazionale e locale.

Mi piace aiutare le persone e cercare di migliorare il mondo in cui viviamo così collaboro anche con alcune associazioni onlus.

Amo anche scrivere.

Ho coniugato le mie passioni e trovato un modo per “fare tutto”.

Mi auguro che IDF Child, come tutti gli altri magazine di EBINetwork, possa esserti d’aiuto.

Per qualsiasi cosa puoi scrivermi qui scriviallaredazione@gmail.com.

Come ti dicevo la mission di Istruzione Facile Divertente è quella di insegnare ai bambini, di fare in modo che imparino divertendosi e giocando, facendo loro capire perché studiare, a cosa serve.

In questo IFD Child troverai materiali adatti a bambini da pochi anni fino all’età scolare. Tutorial, laboratori didattici, schede, ma anche disegni da colorare, puntini da unire e tutto ciò può servire ai bambini.

Oltre a IFD Child presto troverai anche IFD Junior, dedicato ai bambini dai sei anni ai dieci.

Su Istruzione Facile Divertente applico una regola: la semplicità. Dimostrare di sapere attraverso paroloni difficili da capire non serve a nulla.

Quindi ogni articolo, ogni spiegazione, ogni cosa, sarà trattato semplicemente, con parole della quotidianità perché per imparare bisogna capire. Se non si comprende non si può imparare e le parole difficili non aiutano di certo.

Ai bambini bisogna insegnare tenendo conto del loro linguaggio, costruito in base alla loro età. Inutile utilizzare parole importanti che non conoscono solo per dimostrare di saperle.

Almeno così è come la penso io e mi auguro di trovarvi d’accordo.

Spero di avervi sempre miei ospiti, bambini, mamme, papà e maestre per imparare e divertirci insieme.

con simpatia

Marina Galatioto